Menu

Parco della Creatività| Modena

Uno spazio rinnovato grazie all’intreccio di storia, sviluppo e cultura

Recupero e rigenerazione urbana del comparto di Archeologia industriale ex AMCM, con inserimento di funzioni pubbli­che quali servizi culturali, espositivi, teatrali e sportivi, foresteria, area commerciale e parcheggio

La rigenerazione dell’area industriale ex-AMCM di Modena costituisce un caso esemplare di partenariato pubblico-privato in cui obiettivi pubblici e visioni imprenditoriali si sono intrecciate, evidenziando le potenzialità di un luogo sfidante e affascinante allo stesso tempo. Dall’intreccio di storia, sviluppo e cultura nasce dunque il nuovo Parco della Creatività: uno spazio urbano da vivere, dedicato all’incontro, alla sperimentazione, all’arte e agli eventi, reinterpretando l’area, ormai opera di archeologia industriale, posta al centro della città, in cui, in passato, la grande centrale elettrica e gli edifici annessi, consentivano la produzione dell’energia per l’intera Città.

LUOGO
Modena, Italia
CLIENTE
C.M.B. Società Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi
ANNO
2016 – in corso
SETTORE
Rigenerazione urbana
SERVIZI
Progettazione integrata
Project management
Sicurezza
Direzione Lavori
PARTNER
ARKÈ Studio Associato
DIMENSIONI
30.000

L’area del Parco della Creatività sorge nel pieno centro di Modena, a pochi passi da Piazza Grande, si affaccia sui viali di cintura ed è caratterizzata da importanti testimonianze di archeologia industriale. Il progetto di rigenerazione urbana ha puntato al recupero funzionale, la valorizzazione del patrimonio storico pubblico con la realizzazione di un luogo di aggregazione polifunzionale, volto alla promozione culturale, alla connessione con la città e proiettato verso la vita contemporanea.

Nel progetto di rigenerazione i modi contemporanei di abitare e vivere la città si intrecciano con le rinnovate offerte culturali ed artistiche, di intrattenimento, con i servizi di supporto, interpretati secondo elevati standard di sostenibilità. Cittadini e turisti trovano nel Parco della Creatività luoghi pubblici dedicati a varie forme di Cultura: un itinerario per le arti di strada, già numerose nell’area, una piazza con arredi flessibili per mostre, spettacoli o fiere, laboratori e un nuovo salotto per il cinema estivo, in un’area interamente pedonale che valorizza gli edifici storici riportati a nuova vita.

All’interno dell’area spicca per importanza la presenza del Teatro delle Passioni, le cui scelte organizzative e funzionali sono state sviluppate nel rispetto dei caratteri storico-testimoniali del Bene e secondo una progettazione partecipata e condivisa con ERT (Emilia Romagna Teatri) che, con il Comune di Modena, ha fortemente voluto il Nuovo Teatro Nazionale, con due sale di cui, una per prove e spettacoli, e l’altra di grande impatto emozionale, un grande palco, la torre scenica, nuovi camerini e spazi dedicati alle compagnie teatrali.

La progettazione degli spazi esterni con percorsi di connessione e aggregazione, la scelta di pedonalizzare l’area, e di limitare i parcheggi a raso ai margini del lotto, mirano alla valorizzazione degli edifici e, in generale, del paesaggio urbano.

Gli interventi e le soluzioni individuate hanno mirato la sostenibilità riducendo l’impatto ambientale derivante dall’utilizzo di fonti energetiche non rinnovabili. L’intero progetto è stato sviluppato massimizzando la presenza di aree verdi e incentivando la mo­bilità dolce. Sulla promenade sono state inserite aiuole e vasche con siepi e alberi per ombreg­giare e ventilare piazze e percorsi. I sistemi fotovoltaici, l’impiego della geotermia e le facciate verdi incrementano la sostenibilità dell’intervento garantendo grandi possibilità per le certificazioni energetico-ambientali.

2024  POLITECNICA INGEGNERIA ED ARCHITETTURA SOCIETÀ COOPERATIVA ® | ISC. REG. IMPRESE DI MODENA - PI 00345720361

magnifiercrosschevron-down